Ciao a tutti, siete pregati di rispettare le regole del forum.

Purtroppo cattive notizie !

Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
mammussi
MODERATORE
MODERATORE
Femminile
Numero di messaggi : 3023
Età : 71
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Viaggi
Umore : AMANI
Data d'iscrizione : 18.01.08

Purtroppo cattive notizie !

il Gio 06 Mar 2008, 13:06
erano arrivati da poche ore nel paese africano


Assalto in una villa di otto italiani in Kenia


Sei uomini armati di coltelli e kalashinkov hanno picchiato i turisti e rubato circa 15mila euro


La villa degli italiani presa d'assalto dai banditi a Malindi
Doveva essere una vacanza rilassante e riposante sulla costa kenyota, invece si è trasformata in una brutta avventura quella vissuta da otto turisti italiani rapinati subito dopo il loro arrivo nella villa che li ospitava a Malindi. Una gang di sei rapinatori armati di machete, coltelli e klashinkov è entrata nell’abitazione, accanto a quella del deputato di Alleanza Nazionale Maurizio Leo, e ha assalito gli ospiti, tre dei quali sono stati picchiati, feriti e ricoverati per medicazioni nel locale ospedale Saint Peter. Secondo alcune fonti sono stati dimessi poco dopo.





BOTTINO DI 15MILA EURO - I rapinatori hanno portato via più o meno 15 mila euro in contanti e poi gioielli, macchine fotografiche, telecamere, passaporti e biglietti aerei. Secondo Gregory Waikwa, uno dei responsabili della polizia di Malindi, intervistato dallo stringer del Corriere della Sera in loco, l’assalto potrebbe essere stato organizzato da un ex membro dello staff della villa, immediatamente arrestato. Starebbe collaborando nelle indagini per individuare i malviventi. Gli otto ospiti di villa Max, che si trova a Casuarina il sobborgo più esclusivo di Malindi, erano arrivati in Kenya da poche ore. L’assalto è stato organizzato pochi giorni dopo la firme dell’accordo tra il partito del presidente Emilio Mwai Kibaki, PNU, Party of National Unity, e quello del suo oppositore Raila Amolo Odinga, (l’ODM, Orange Democratic Movement) per una spartizione del potere. Le elezioni presidenziali si erano svolte il 27 dicembre ed erano stati denunciati brogli ed irregolarità, riconosciute anche dagli osservatori internazionali, da parte del PNU. Erano seguiti scontri tra etnie favorevoli a Kibaki e quelle sostenitrici di Odinga, con un migliaio di morti e centinaia di feriti. Le violenze hanno devastato anche il settore turistico, quello forse che contribuisce maggiormente alle entrate del Paese. Immediatamente prima di Capodanno e subito dopo i turisti erano letteralmente fuggiti dal Kenya, i cui alberghi si sono svuotati con conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro.

Massimo A. Alberizzi
05 marzo 2008



Fonte Corriere della Sera

_________________
Ajuaye mengi, hasemi mengi


Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum