Ciao a tutti, siete pregati di rispettare le regole del forum.

Kenya Etica ambientale

Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
MARCOPLINI07
Maschile
Numero di messaggi : 2
Età : 41
Località : ROMA
Umore : Sempre positivo
Data d'iscrizione : 21.07.12

Kenya Etica ambientale

il Sab 21 Lug 2012, 16:59
Buonasera a tutti gli iscritti del portale dotato di ottima competenza espressiva e comunicativa, confronti costruttivi ed interesse conoscitivo sia per i nostri connazionali che si apprestano ad effettuare un viaggio vacanza o che risiedano in Kenya. Sono Marco e sin dalla nascita di portaleKenya.net ho ritenuto opportuno dedicarmi alla sola lettura dei messaggi contenenti punti di vista ed opinioni, tra l’altro molto interessanti, riguardanti tutti i forum contenuti dal portale. Premetto che il mio babbo è stato il proprietario di un Resort in località Mambrui di cui non farò il nome in quanto ancora esistente ed in rispetto delle regole pubblicitarie del forum ,fino all’anno 1999, anno in cui ebbe il buon senso di cederlo a dei nuovi acquirenti, rinunciando a ciò che più gli era a cuore dopo la sua famiglia in quanto, quello che lui considerava il più bel Paese del Continente Nero stava per divenire Terreno di conquista da parte di Multinazionali Europee ed Asiatiche senza scrupoli e che nell’arco di alcuni decenni avrebbero mutato l’ecosistema del Paese. Nonostante la cessione dell’attività e la morte del mio babbo, in compagnia della mia famiglia siamo sempre ritornati ad essere ospiti del villaggio e nonostante negli anni la località di Mambrui differiva di molto dalle sue antiche origini rimaneva in ricordo della nostra memoria, l’angolo di Paradiso che tutti i viaggiatori sognano di raggiungere. Purtroppo l’anno corrente è successo ciò che il mio babbo aveva previsto e preannunciato da anni, in quanto uno dei nostri connazionali proprietario del terreno che costeggia la Lamu Road che da Malindi raggiunge la località di Mambrui e nello specifico per qualche kilometro dalla Lamu Road fino alla curva di svolta per il villaggio di Mambrui (i portalini più esperti della zona sapranno del luogo a cui mi riferisco), ha ritenuto opportuno deforestare acri di terreno in cui preesistevano baobab ed ogni atro genere di flora e soprattutto rifugio di media e piccola fauna, per farne indovinate un pò? costruzione e vendita di villette residenziali. Il territorio che con la propria flora e fauna rappresentava per i turisti che percorrevano la Lamu Road uno dei panorami più belli da mozzare il fiato della fascia costiera di Malindi e che per i Kenioti costituiva luogo di soffermo e refrigerio nel lungo percorso giornaliero che da loro la possibilità di raggiungere i pozzi d’acqua, ecco tutto ciò è stato eliminato da chi senza scrupoli ma soprattutto senza alcuna conoscenza dei principi etici della natura, ha preferito seguire le leggi del business. Interloquendo con alcuni abitanti del villaggio sull’oggetto della discussione, seppur alcuni di loro sono privi della conoscenza della lingua inglese, la risposta ricevuta è stata sempre la seguente ed in inglese ossia “business”. Chiedo scusa per la lunghezza del messaggio ma ritenevo opportuno porre quanto descritto alla vostra attenzione e spero che la mia amarezza per le immagini di un Paesaggio inauditamente stravolto e cancellato dalla vista e dalla memoria storica delle popolazioni locali, possa far riflettere e conservare il buon senso a tutti coloro che esercitano business ai danni della natura. Attenderò con interesse e piacere vostre opinioni e punti di vista…grazie e un saluto a tutti.
avatar
LAURA PELLEGRINI
Femminile
Numero di messaggi : 95
Età : 64
Località : MILANO
Occupazione/Hobby : sarò a malindi dal 23/9 al 3/12 /2012 il mio cell.254736945473
Umore : pessimo in italia
Data d'iscrizione : 17.01.11

Re: Kenya Etica ambientale

il Sab 21 Lug 2012, 17:28
Ciao mi trovi pienamente daccordo. Io ho visitato per la prima volta il kenia nel 1986 e ho assistito alla costruzione dello Stephany house a mambrui. Stanno rovinando questa terra meravigliosa e la popolazione giustamente non è più la stessa.Non stiamo insegnandogli nulla dandogli del lavoro, (anche perchè non è continuativo)costruendo e sfruttando questa la loro manodopera.Cmq purtroppo, sono i governi corrotti i principali responsabili di questa situazione e tu come ben sai non ci possiamo fare nulla!
avatar
giulia1
MODERATORE
MODERATORE
Femminile
Numero di messaggi : 5906
Età : 71
Località : martellago venezia
Occupazione/Hobby : pensionata....dal 21 ottobre sarò a Watamu e ci resterò fino ad aprile ...il mio n. di cell, kenyota..+254701499783
Umore : amo la vita
Data d'iscrizione : 05.07.08

Re: Kenya Etica ambientale

il Sab 21 Lug 2012, 17:32
ciao marco....e si il busines è 1 brutta bestia No , cè gente che x i soldi ammazzerebbe la madre, quì dovrebbe intervenire il sindaco e le cariche comunali, ma si sà che saranno stati pagati con bustarelle e quant'altro, il mio augurio è, che nn riescano a vendere neanche 1 casa e che anneghino nei debiti....
avatar
stefy78
Femminile
Numero di messaggi : 210
Età : 39
Località : Brescia
Occupazione/Hobby : impiegata che ama viaggiare
Umore : furaha quando sono in Kenya!!!
Data d'iscrizione : 13.08.11

Re: Kenya Etica ambientale

il Sab 21 Lug 2012, 17:33
ciao
apprezzo molto questo tuo messaggio. Mi fa riflettere sul fatto che i "nuovi" turisti come me cioè quelli che vanno in Kenya da poco tempo non si rendono conto di quanto possa essere mutata Malindi nel tempo per via del "Business". Tutto ciò ha dato lavoro a molta gente che prima forse non aveva nemmeno la possibilità di mangiare ma effettivamente ha distrutto l'ecosistema di una zona bellissima della costa del Kenya. Che tristezza!
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum