Ciao a tutti, siete pregati di rispettare le regole del forum.

Kenya Le zebre di Grevy verso l'estinzione per cambiamento climatico

Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
avatar
jannis
Amministratore
Amministratore
Maschile
Numero di messaggi : 3954
Età : 56
Località : Padova
Occupazione/Hobby : Fotografia, cuina, giardinaggio
Umore : ottimista, in Kenya poi ....
Data d'iscrizione : 19.02.10

Kenya Le zebre di Grevy verso l'estinzione per cambiamento climatico

il Mar 04 Set 2012, 13:32
Ma in Kenya c’è una speranza grazie al coinvolgimento delle comunità di pastori.

I branchi di zebre sono ancora abbastanza folti nelle savane tra il Sudan a nord e lo Zimbabwe a sud, ma in Africa Orientale una specie, quella di Grevy (Equus grevyi) è in rapidissimo declino ed ormai prossima all'estinzione. L'Equus grevyi è la più grande delle tre specie di zebra e si distingue dalle più comuni zebre di pianura per le grandi dimensioni, le strisce strette e le grandi orecchie.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
La Iucn stima che negli ultimi 18 anni la popolazione di zebra di Grevy sia diminuita del 50% ed abbia subito la più consistenti riduzioni di areale tra tutti i grandi mammiferi africani. Una volta questi equini pascolavano e si accoppiavano in l'Etiopia, in Kenya, Gibuti e Somalia, ora sono confinati in alcune aree del nord-est dell'Etiopia e nel nord del Kenya. La popolazione che era stata censita in 15.000 individui oggi si aggira, a seconda delle stime, tra i 1.966 ed i 2.447 esemplari.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Mentre prima questi animali venivano abbattuti per le loro magnifiche pelli, oggi la più grande minaccia per loro è la perdita di habitat provocata dall'aumento dell'agricoltura e degli allevamenti di bestiame e soprattutto dalla siccità che ha devastato il Corno d'Africa. Dietro la probabile estinzione della zebra di Grevy c'è il cambiamento climatico che continua ad aggravare la siccità sui terreni già degradati. Durante gli episodi sempre più prolungati di siccità, gli animali si riuniscono spesso vicino alle poche fonti d'acqua rimanenti, aumentando così anche il rischio di malattie e di conflitto con gli esseri umani per le risorse.

La zebra di Grevy è stata inserita come specie in pericolo d’estinzione A1a, 2c dalla IUCN/SSC Equide Specialist Group è riportata anche in Appendice I della Convenzione sul Commercio Internazionale delle Specie di flora e fauna minacciate (CITES), che offre loro la massima protezione contro il commercio illegale. Essi sono legalmente protetti in Etiopia e dal 1977 e sono stati protetti da un divieto di caccia in Kenya. Il governo del Kenya sta attualmente rivedendo il proprio stato di conservazione da “Game Animal”, con il primo calendario, parte II, CAP 376 della Wildlife (Conservation Management) Act a “Protected Animal”.

L'IUCN sottolina che «C'è una crescente consapevolezza che il successo della la conservazione venga dal rafforzamento dei processi di governance e dal coinvolgimento delle persone che vivono e dipendono dalla natura», per questo con il sostegno di donatori come UKaid, si sta cercando di garantire la sopravvivenza della popolazione di zebra di Grevy nel nord del Kenya, insieme alle persone che condividono la terra con questa specie in via di estinzione. «La conservazione delle specie non può essere considerata isolatamente dalla gente - dice l'IUCN - Il destino della zebra di Grevy ed i mezzi di sussistenza umani sono inestricabilmente legati al fragile ecosistema dove vivono».

In Kenya si stanno sperimentando da anni metodi innovativi di conservazione della specie basati sulla comunità e l'IUCN ribadisce che «Il successo e la sostenibilità della conservazione della zebra di Grevy dipende dall'impegno delle comunità che vivono in tutto il suo areale». Il Kenya Wildlife Service dal 2008 ha messo a punto una strategia nazionale di conservazione delle zebre che coinvolge le comunità locali.
Nel nord del Kenya, l'IUCN ed un suo partner locale, il Resource advocacy programme, sostengono le iniziative comunitarie nel Garba Tula District per migliorare la gestione delle risorse naturali e rafforzare la capacità della comunità di conservare l'habitat e il pascolo delle specie prioritarie, rafforzando allo stesso tempo il possesso comunitario dei terreni e consentendo ai pastori locali di gestire i propri pascoli, dove vivono anche gli ultimi superstiti delle popolazioni di zebra di Grevy. Le comunità hanno mappato i loro pascoli ed hanno messo a punto regole che si basano su principi e pratiche di gestione consuetudinari. I numeri e l'areale delle zebre vengono costantemente monitorati per valutare in che misura il progetto protegga davvero la salute degli ecosistemi e degli habitat.

Nonostante la siccità devastante ed il cambiamento climatico qualche risultato è stato ottenuto, anche se gli ultimi dati che giungono dall'Etiopia e dal Kenya parlano di un peggioramento della situazione. i
Comunque, Guyo Roba, dell'ufficio regionale IUCN per l'Eastern and Southern Africa, dice che «il grande livello di partecipazione al piano di gestione sviluppato dalla comunità di Garba Tula ha dimostrato la complementarità tra la conservazione delle specie di alto valore in via di estinzione, come la zebra di Grevy, e il modo in cui vivono i pastori. Il nostro progetto rafforza la legittimità della proprietà della terra e dei sistemi tradizionali di accesso alle risorse naturali, la regolamentazione e la gestione hanno ancora davanti un ungo cammino per trovare un equilibrio tra il miglioramento del sostentamento dei pastori e la gestione razionale delle risorse naturali, salvando così la zebra di Grevy e i i valori ecosistemici».

Per la salvaguardia della specie, oltre ad Istituzioni Internazionali, e KWS, sono attive organizzazioni locali no profit come [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link], [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link], [Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link] etc. che mettono anima e corpo nelle loro iniziative coinvolgono la popolazione locale e tutti quelli soggetti, direttamente o indirettamente, influenti alle loro iniziative.
Fa veramente piacere che gente locale a capo di questi organizzazioni talaltro basate su volontariato e senza fini di lucro, danno anima e corpo per la difesa e la salvaguardia della zebra di Gravy e non solo quella.
Speriamo che c'è la facciano!!


Fonti google, greenreport e grevyszebratrust
avatar
mammussi
MODERATORE
MODERATORE
Femminile
Numero di messaggi : 3023
Età : 71
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Viaggi
Umore : AMANI
Data d'iscrizione : 18.01.08

Kenya SOS Sopravvivenza zebre

il Sab 03 Nov 2012, 16:07
Kenya, sos
sopravvivenza zebre
Restano solo 2.500 esemplari, erano 15.000
Si punta su progetti di turismo compatibile: c'è spazio per tutti

La popolazione di zebre di Grevy (Equus grevyi), chiamata anche zebra imperiale, dal particolare manto con strisce più fitte, rischia di essere spinta verso le zone più aride del Kenya e di non riuscire a sopravvivere.

La perdita di habitat causata non solo dall'uomo per via della crescita demografica e della caccia, ma anche dalle malattie rischia di decimare le 2.500 rimaste. Mentre alla fine degli anni Settanta ce n'erano 15 mila.
In passato diffuse tra la Somalia, Gibuti e l'Eritrea, ora sono confinate in un'area a nord del Kenya, con una sacca in Etiopia.
Secondo il Kenya Wildlife Service, dovrebbero essercene 500 nella riserva Samburu, ma nell'ultima ricognizione i gruppi più numerosi erano di 5 esemplari.
Però, stando a quanto riferito dall'ufficiale del parco George Anyona, nessuno caccia più le zebre Grevy, che alcune tribù uccidevano per la carne.

E, intanto, la nascita di progetti di "turismo di comunità" potrebbe salvarle.
Perché Se pianifichiamo bene, avremo ancora abbastanza spazio.
Vorrei davvero che i miei nipoti vedessero le zebre Grevy libere>.

Fonte: Quotidiano Net. 3 novembre 2012

_________________
Ajuaye mengi, hasemi mengi


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum